Rina Pellegri

Àrcola in Liguria 1903 – La Spezia 1975

Voglio che il tempo passi,
anche se scava rughe sul volto,
e sbrina argento sui capelli neri.
Ben lieve è questo male,
se si pensa alla limpidità che le visioni
nella distanza acquistano.
Solo l’aria lontana si fa azzurra,
e solo gli orizzonti sfumano in tinte tenui o glorïose.
Voglio che il tempo passi: da lontano
son più giusti i rapporti delle cose;
l’aria le fascia d’impalpabili bende e le inazzurra.
Voglio che il tempo passi,
che atrofizzi i nervi dolorosi,
che la materia,
e questa nostalgia strana, di lui, riposi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: